Torna la notte nazionale dei licei classici

Porte aperte al liceo Virgilio di Empoli per un viaggio alla scoperta del mondo antico

Torna la notte nazionale dei licei classici

Il Liceo Classico Virgilio di Empoli apre le porte per festeggiare la propria identità. Il prossimo 17 gennaio, per il terzo anno, lo storico istituto parteciperà alla Notte Nazionale del Liceo Classico e resterà aperto dalle 18.00 alle 24.00. Omero, Plauto e Ovidio incontreranno Dante, Leonardo e Manzoni, per raccontare, in forma di spettacolo, la meraviglia della letteratura e dell’arte. Mito e realtà: saranno per questo messe in scena riscritture personali di storie mitiche e al contempo ci sarà spazio per un’intrusione nel mondo della natura e della sostenibilità ambientale con la presentazione del libro di Stefano Mancuso, La nazione delle piante.
All'iniziativa parteciperanno tutti gli studenti del Liceo Classico che si alterneranno in letture e rappresentazioni teatrali. L'entusiasmo dei ragazzi consentirà al pubblico di viaggiare attraverso il tempo alla scoperta di un mondo, quello antico, che è ancora capace di parlare al presente.
La manifestazione avrà inizio in piazza della Vittoria, alle ore 1730: da lì gli studenti sfileranno in corteo per le vie del centro storico di Empoli per approdare al Virgilio dove, alle 18 la Notte prenderà il via, con la cerimonia di apertura, che si svolgerà in contemporanea in tutta Italia.
Nata nel 2015 da un’idea del professor Rocco Schembra, del Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), la Notte Nazionale del Liceo Classico arriva quest'anno alla sua sesta edizione italiana e il 17 gennaio vedrà coinvolte, in contemporanea, 433 scuole che durante la serata si incontreranno virtualmente.  
La kermesse si è andata, negli anni, arricchendo di partenariati e di attività, che vedranno protagonisti gli studenti, gli ospiti e il pubblico.

La notte del liceo classicoStudenti e docenti hanno lavorato con creatività e intensità nei mesi scorsi, per preparare uno spettacolo variegato, risultato della straordinaria progettualità dell’Istituto. Un appuntamento costruito con grande energia e spirito di collaborazione, che ha visto la collaborazione di alcune associazioni del territorio, in particolare la Compagnia teatrale ‘Passi di Luce’ Di Castelfiorentino. Un modo diverso, quindi, di “fare scuola” e di mettere a frutto il lavoro quotidiano.
L’ingresso è libero e gratuito.

Di seguito il programma

17:30-18 CORTEO DELLA CLASSI NEL CENTRO STORICO (partendo da Piazza della Vittoria)
18:00-18:30 CERIMONIA DI APERTURA DELLA NOTTE NAZIONALE LICEI CLASSICI Aula Multifunzionale (primo piano)
18:30-19:30 E quindi uscimmo a riveder le stelle (a cura della IIA) Aula 9 pianoterra
La nazione delle piante di S. Mancuso (a cura della IB) Aula 6 pianoterra
18:45-19:45 Chichibio e la gru da "Decameron" di Giovanni Boccaccio (a cura della IIIA) Aula multifunzionale 1° piano (ingresso da scala B)
19:30-20:30 La notte degli imbrogli da "Promessi Sposi" Alessandro Manzoni (a cura della II B) Aula 9 pianoterra
19:45-20:45 Sognando Leonardo (a cura della V A del Liceo Classico, VD e VE del Liceo Linguistico) Aula Multifunzionale 1° piano (ingresso scala B)
20:00-21:00 Siete sicuri di conoscere il mito? (a cura della IV B) Aula 19 1°piano (ingresso scala B) 20:45-21:00        Intervento di F. Cannizzaro dottorando in scienze dell'antichità (Università della Toscana) "Tradurre per il teatro: drammi antichi e messe in scena contemporanee" Aula multifunzionale 1°piano (ingresso da scala B)
21:00-22:00 Pseudolo di Plauto (a cura della IV A ) Aula multifunzionale 1°piano (ingresso da scala B)
E quindi uscimmo a riveder le stelle (a cura della II A) Aula 9 pianoterra (replica)
                 La nazione delle piante di S. Mancuso (a cura della IB) Aula 6 pianoterra (replica)
22:00-23:00 Fatti, antefatti e esterrefatti dell'Iliade (a cura della I A) Aula multifunzionale 1° piano La notte degli imbrogli da "Promessi Sposi" Alessandro Manzoni (a cura della II B) Aula 9 pianoterra (replica)
23:00-23:30 CERIMONIA DI CHIUSURA NOTTE NAZIONALE (a cura della VA) Aula multifunzionale 1° piano