Dalle origini all’oggi di Tindaro Granata

Mercoledì 12 febbraio al Minimal Teatro un ritratto di famiglia in Antropolaroid

.

Empoli, 9 febbraio 2020 – "Antropolaroid”, del giovane artista messinese Tindaro Granatanasce dalla forma narrativa del cunto siciliano, fenomeno ottocentesco di trasmissione orale. Il cunto parte da un’introduzione che porta il pubblico nel contesto dell’azione, e in un secondo momento si descrivono i luoghi e le persone che compongono il racconto, per poi passare ai dialoghi e all’azione.

Tindaro Granata parte dalla storia della sua famiglia per condurci in terra siciliana. Qui si intrecciano storie di mafia e storie d’amore; emigrazione, violenza e suicidi.
Proprio da un suicidio si parte, da quel soffio che esce dal corpo appeso alla corda. E’ il 1925 quando il bisnonno si impicca dopo aver scoperto di essere afflitto da male incurabile.
Dalla morte di Francesco Granata, Tindaro racconta tutti i personaggi prima presentandoli e facendoceli ascoltare, solo in scena, accompagnato da una sedia, un lenzuolo e un maglioncino che diventa velo delle vecchie del suo paese, propone un lavoro sulla memoria e sulla passione per la propria storia e le proprie origini.

Lo spettacolo è molto atteso, fa parte della rassegna Teatro contemporaneo del Minimal Teatro di Empoli e andrà in scena mercoledì 12 febbraio. Produzione di Proxima Res, associazione nata a Milano nel 2009, scene e costumi di Margherita Baldoni e Guido Buganza, rielaborazioni musicali di Daniele D’angelo, suoni e luci di Matteo Crespi.

Per la sua originalità e l’innovazione che rappresenta per la scena teatrale italiana, lo spettacolo ha vinto il premio della giuria popolare della “Borsa Teatrale Anna Pancirolli”; premio “ANCT” dell’Associazione Nazionale dei Critici nel 2011; premio Fersen in qualità di “Attore Creativo” nel 2012 e premio “Mariangela Melato” – Prima Edizione – Attore Emergente. 

Il programma di Teatro contemporaneo prosegue mercoledì 4 marzo Maze-Labirinto, una live performance di ombre nella quale sculture e corpi tridimensionali sono proiettati dal vivo su un grande schermo.

Ultimo spettacolo giovedì 19 marzo Contrattempi con Nicanor Cancellieri, Irene Geninatti Chiolero e Franca Pampaloni. 

Tutte le sere di spettacolo per Teatro contemporaneo il Minimal Teatro sarà aperto dalle 20.00 per l’aperiScena, biglietto spettacolo e aperiScena € 10; biglietto solo spettacolo € 8. 

Per informazioni è possibile rivolgersi a Giallo Mare Minimal Teatro (via P. Veronese, 10 - Empoli) 0571/81629-83758 o scrivere a info@giallomare.itSi ricorda che è gradita la prenotazione.

 

(Fonte: Giallo Mare Minimal Teatro)