Capitan Eco protagonista in 33 classi primarie empolesi

Il pirata dell’ambiente racconta, attraverso le sue avventure, l’importanza di una corretta gestione dei rifiuti

Capitan Eco protagonista in 33 classi primarie empolesi

Grande successo ed entusiasmo ha suscitato la visita in classe di Capitan Eco agli oltre 1000 alunni delle scuole primarie di Empoli che hanno aderito all’intervento di comunicazione ambientale “Il Tesoro di Capitan Eco”,  rivolto alle classi terze, quarte e quinte: l’iniziativa, organizzata da Alia e Comune di Empoli, si è svolta ieri ed oggi e terminerà domani12 dicembre 2018, con l’obiettivo di sensibilizzare e formare le nuove generazioni sulla corretta gestione dei rifiuti e di coinvolgere le famiglie, attraverso l’entusiasmo dei più piccoli.

La giornata di animazione a cura di Capitan Eco coinvolge in maniera attiva il mondo della scuola nella corretta raccolta e gestione dei rifiuti e si articola medianteincontri/sketch, animati da Capitan Eco, il pirata dell’ambiente. Nell’occasione, alle bambine ed ai bambini, viene consegnato un libricino di 16 facciate, che  attraverso le avventure di Capitan Eco e la storia dei pirati educati alla raccolta differenziata, iniziano a conoscere l’importanza ambientale del corretto conferimento dei rifiuti. Capitan Eco parte in nave alla ricerca dell’isola delle Cento Palme, ma quando la raggiunge la trova popolata di pirati dispettosi che l’hanno resa una vera discarica. Nonostante ciò, Capitan Eco riesce a far cambiare loro idea, invitandoli a ridurre i rifiuti ed a fare  una corretta raccolta differenziata.

L’iniziativa didattica si tiene nelle classi III-IV-V delle scuole primarie: ieri nel 2° circolo (scuole Baccio, Corniola, Michelangelo, Bosco e Lorenzoni - Ponte a Elsa), oggi presso il 1° circolo (scuole Leonardo da Vinci, Dante, Carducci e Galilei) e si concluderà domanipresso il 2° circolo ( scuole Pozzale, Cascine, Pontorme e Serravalle), per proseguire, nei prossimi mesi, con il coinvolgimento di altre scuole.

Il progetto promuove, attraverso una forma moderna di comunicazione ed animazione, comportamenti eco-sostenibili, incentivando gli alunni (e le loro famiglie) a mantenere alta l’attenzione sulla raccolta differenziata, sottolineando l’importanza della collaborazione di tutti per una gestione razionale dei rifiuti.

 

“Quello con 'Capitan Eco'  - ha dichiarato Fabio Barsottini, assessore all'ambiente del Comune di Empoli - è stato un incontro simpatico e divertente grazie al quale i bambini delle elementari possono apprezzare l'importanza non solo di riciclare i rifiuti, ma soprattutto di ridurli il più possibile. Lo scopo di questa iniziativa è quello di sensibilizzare e insegnare con il sorriso a ridurre la produzione di rifiuti ancor prima di avviarli al riciclo per scongiurare l'inquinamento dell'ambiente e del mare. Da circa dieci anni a Empoli abbiamo iniziato non solo a riciclare meglio e di più, ma anche a ridurre drasticamente la produzione dei rifiuti. Vogliamo continuare ad andare avanti in questa direzione partendo dall'educazione dei più piccoli. Questa iniziativa di Alia riscuote successo fra bambine e bambini, auspico che loro siano esempio anche per gli adulti. Grazie per l'impegno visto che in tre giorni saranno raggiunti oltre 1000 alunni delle scuole empolesi.”

“Capitan Eco e le sue avventure  – ha dichiarato Paolo Regini, Presidente di Alia –  stimolano la curiosità degli alunni attraverso il fumetto ed il racconto del protagonista sulle tematiche ambientali, sollecitando   i giovani studenti  sui processi virtuosi di cambiamento complessivo dei comportamenti e degli stili di vita.  Questa iniziativa, animata da un personaggio veramente bravo e divertente, conferma che la scuola ha un ruolo di primo piano nella formazione delle nuove generazioni, con l’obiettivo specifico di diffondere valori, consapevolezze, comportamenti orientati al rispetto per il prossimo e per l’ambiente. Alia promuove tanti tipi di iniziative di educazione ambientale perché questa attività crea i presupposti per avere “collaboratori” convinti, che condividono l’attenzione per le buone pratiche e raccontano a casa come sia importante fare la raccolta differenziata e farla bene.”

Comunicato congiunto Alia SpA - Comune di Empoli