Un bando per individuare le dieci componenti esterne della Commissione Pari Opportunità. Gli obiettivi

L’assessore Valentina Torrini e il presidente del Consiglio Comunale Alessio Mantellassi spiegano: «Per rafforzare lo sguardo femminile sulle politiche urbane»

.

EMPOLI – Verso la costituzione della nuova Commissione per le Pari Opportunità.

Sta per uscire un bando apposito da parte del Comune di Empoli.

 

«La Commissione è un organo consultivo, di proposta, di progettazione e di controllo del Consiglio e della Giunta, l’obiettivo è quello di fornire un contributo sulla differenza di genere e per la valorizzazione della soggettività femminile. Per rafforzare lo sguardo femminile sulle politiche urbane. L’attività della Commissione attua in particolare questi obiettivi: valorizzare il punto di vista femminile porre al centro della politica la soggettività femminile e dare poteri e responsabilità alle donne. Ovviamente si punta a ottenere uno scambio di buone pratiche fra soggetti femminili rappresentanti le realtà politiche, culturali, associative e del mondo del lavoro – spiegano l’assessore alle Pari Opportunità, Valentina Torrini, e il presidente del Consiglio Comunale, Alessio Mantellassi –. Il regolamento attinente è stato recentemente modificato dall’assemblea cittadina per rilanciare il ruolo della Commissione».

 

COMPONENTI - Fanno parte di diritto della Commissione una rappresentante di sesso femminile di ciascun gruppo consiliare designata dal gruppo stesso con apposita comunicazione (la designazione potrà indifferentemente essere rivolta a una consigliera comunale oppure ad altra rappresentante esterna al Consiglio comunale); l’assessore alle Pari Opportunità Valentina Torrini; una rappresentante della Consulta degli stranieri ove presente; la rappresentante dell’organismo di parità istituito dal Comune; quindi le 10 componenti scelte tra donne in possesso di competenza ed esperienza relativamente alla differenza di genere e pari opportunità nei vari campi del sapere (giuridico, economico, politico, sociologico, psicologico, storico, artistico, del lavoro sia sindacale che imprenditoriale ecc.) e nei vari ambiti di intervento riconducibili alle funzioni e ai compiti della Commissione secondo le modalità indicate negli articoli seguenti. Proprio per la ricerca di queste ultime 10 componenti viene aperto il bando».

 

BANDO - Le donne interessate, a titolo personale o in rappresentanza di associazioni, enti ed organismi, a far parte della Commissione Pari Opportunità, possono presentare la propria istanza di candidatura, corredata da curriculum vitae dal quale risultino le specifiche competenze ed esperienza in materia di questioni femminili come esplicitato in premessa.

Sulla base delle candidature arrivate il Consiglio Comunale approva, una graduatoria di candidate ammesse, seguendo l'ordine della quale verrà effettuata la nomina delle dieci componenti della Commissione Pari Opportunità.

Link al bando