‘Senza Zaino Day’, il sindaco Brenda Barnini nelle scuole che partecipano al progetto

Mercoledì 16 maggio dalle 9 alle 12.30 nelle scuole aderenti. I genitori partecipano alle lezioni e faranno laboratori con gli alunni Presentate le targhe consegnate dalla Regione alle scuole empolesi

SENZAZAINO

EMPOLI – ‘Senza Zaino Day’, una giornata scolastica organizzata in contemporanea in tutte le scuole “Senza Zaino” d'Italia, aperta ai genitori e alle istituzioni. Anche Empoli partecipa con iniziative nelle scuole dell’infanzia e primarie che da qualche anno seguono il modello didattico innovativo. Le famiglie dei bambini, i loro genitori, potranno assistere in classe alle lezioni degli insegnanti e parteciperanno anche a laboratori con i piccoli alunni. Previsti anche canti e momenti musicali e la visita del sindaco di Empoli Brenda Barnini. Appuntamento nella mattinata di mercoledì 16 maggio nelle scuole primarie di Cascine e Avane, e nelle scuola dell’infanzia di Ponzano, Cortenuova e Avane (Santa Maria non partecipa per la contemporanea gita scolastica di alcune classi). “Senza Zaino Day 2018 – Il sorriso dei bambini non ha limiti né confini”, esattamente così si intitola l’iniziativa che vedrà il sindaco Barnini presentare, insieme agli insegnanti, le targhe identificative che la Regione Toscana ha consegnato come riconoscimento lo scorso marzo ai 130 istituti che hanno sposato il Modello Senza Zaino. Un’occasione speciale per le scuole di Empoli aderenti al progetto sempre in crescita da quando è stato introdotto dalla giunta Barnini. 
NUMERI
Il percorso per introdurre a Empoli questo modello educativo è iniziato nell’estate 2014, poco dopo l’insediamento della nuova giunta su un chiaro input del sindaco Brenda Barnini. Il nuovo modello coinvolge ad oggi quattro scuole dell’infanzia e tre scuole primarie. Gli investimenti da parte dell’amministrazione comunale sono continui in termini di strutture, arredi e formazione degli insegnanti attraverso il Centro Studi ‘Bruno Ciari’. In tre anni sono stati circa 60.000 gli euro spesi per rinnovare le aule con banchi, sedie e armadietti ad hoc. 
In questo 2017/2018 sono 16 le classi interessate, per un totale di oltre 400 alunni. Si arriverà a circa 600 bambini con ulteriori 6 sezioni coinvolte. 
Scuole dell’infanzia: una sezione ad Avane, una sezione a Cortenuova, saliranno da due a quattro sezioni alla materna di Ponzano, da una a due sezioni a Santa Maria. Scuole primarie: dal prossimo anno tutte e cinque le sezioni saranno col ‘Senza Zaino’ ad Avane; a Cascine saliranno da tre a quattro, a Santa Maria passeranno da quattro a cinque. Una ‘nuova scuola’ che si sta allargando a macchia d’olio nelle scuole che hanno aderito. 
VALORI - Tutti i plessi, insegnanti e alunni, lavorano a partire dai valori fondanti del Senza Zaino: Comunità, attraverso il lavoro di gruppo, collaborativo e cooperativo, incentivando l’aiuto reciproco; Responsabilità, con la partecipazione attiva alle decisioni sia sulle attività didattiche, sia con la co-gestione degli spazi, sia favorendo la possibilità di scelta che permetta agli alunni di acquisire indipendenza fino a essere davvero protagonisti del proprio apprendimento; Ospitalità, allestendo le aule come ambienti accoglienti, ben organizzati, con materiali didattici strutturati e stimolando gli allievi a prendersene cura.