Santa Maria pronta per l’inaugurazione della nuova Casa della Memoria

Al suo interno un’opera erroneamente attribuita a Sìneo Gemignani. Taglio del nastro in programma venerdì 20 dicembre alle 18.30

.

EMPOLI – Santa Maria è in fermento per la inaugurazione della Casa della Memoria, la nuova funzione che sarà svolta dall’edificio della ‘ex Casa del Fascio’, rimessa completamente a nuovo.
In Via Livornese, a fianco della Casa del Popolo, ci si prepara  per l’evento.
Sarà la rinascita di un luogo che diventa spazio di incontro e aggregazione aperto a tutti i cittadini, un centro di servizi nel cuore del quartiere di Santa Maria. Una sede per riflettere e non dimenticare il periodo della Resistenza.

 

All’interno di una delle sale è stato restaurato, da parte della dottoressa Lidia Cinelli, un dipinto su muro per anni erroneamente attribuito all’artista Sìneo Gemignani. Durante i lavori di riqualificazione dell’edificio è emerso che l’opera non è di Gemignani come confermato dalla figlia Simonetta. Al momento l’autore del dipinto, raffigurante un uomo al lavoro, risulta ignoto.

Appuntamento domani, venerdì 20 dicembre 2019, alle 18.30 col taglio del nastro ufficiale, alla presenza del sindaco Brenda Barnini, di Alessio Mantellassi, presidente del Consiglio Comunale di Empoli, con l’intervento di Gabriele Nannetti, responsabile Area funzionale VI paesaggio Soprintendenza Archeologica, Belli Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Firenze, Provincia di Pistoia e Prato. Prevista la presenza di numerosi rappresentanti istituzionali, forze dell’ordine e di associazioni cittadine e territoriali.