Riaperto il Ponte sull'Elsa fra Isola, frazione di San Miniato e Marcignana, frazione di Empoli

Lavori eseguiti in tempo record

.

Con l'Ordinanza n. 136 emessa del 31 ottobre 2018, la Provincia di Pisa ha riaperto il ponte sul fiume Elsa fra Marcignana, frazione nel Comune di Empoli e Isola, frazione nel Comune di San Miniato, di collegamento tra la strada provinciale n. 40 con la zona empolese.

I lavori sono stati eseguiti per conto del Comune di San Miniato a seguito della chiusura del ponte lo scorso 29 agosto, sulla base dei controlli effettuati dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova. A Isola, infatti, erano stati rilevati distacchi corticali sulle travi dell'impalcato con snervamento e rottura dei ferri dell'armatura.

I lavori sono stati eseguiti per conto del Comune di San Miniato a seguito della chiusura del ponte lo scorso 29 agosto, sulla base dei controlli effettuati dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova. A Isola, infatti, erano stati rilevati distacchi corticali sulle travi dell'impalcato con snervamento e rottura dei ferri dell'armatura.

L'intervento realizzato in questi due mesi (un tempo record ottenuto anche grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli) ha consentito il ripristino delle condizioni strutturali ottimali del ponte, in particolare con il rinforzo dell'armatura in acciaio della trave, sulla quale è stata applicata una rete di carbonio opportunamente calcolata in base all'effettiva necessità.

E' stata quindi garantita la sicurezza del parapetto con un lavoro di forgiatura ad hoc, per poi arrivare al completamento dell'intervento con la bitumatura della strada e l'apposizione della necessaria segnaletica stradale. I lavoro sono stati seguiti dall'Ing. Massimo Viviani, incaricato dal Comune di San Miniato, che al termine ha effettuato due distinti collaudi, uno sull'impalcato del ponte e l'altro sul parapetto, con esito positivo di entrambi, dando il via libera al transito tanto atteso dalla cittadinanza.

La riapertura avviene con alcune indispensabili prescrizioni, il transito consentito è quello leggero:
limite di portata a 3,5 tonnellate;
limite di velocità a 20 km orari;
limite di sagoma è fissato a metri 2,30, con l'apposizione di limitatori di accesso fissati stabilmente al suolo.