Parco di Serravalle, partiti i lavori per la realizzazione di un punto ristoro all’ingresso

Il vicesindaco Barsottini: «Una nuova struttura che consentirà a famiglie e ragazzi di usufruire di nuovi servizi e godere ancora di più del nostro fantastico Parco»

.

EMPOLI – Al via questa mattina, lunedì 19 ottobre, i lavori per la realizzazione di un punto ristoro al Parco di Serravalle, l’area verde pubblica più grandi di Empoli e punto di riferimento per il tempo libero di centinaia di empolesi e non solo.

In queste ore la ditta incaricata, che si è aggiudicata i lavori tramite la gara di appalto, la BAR.TE.CO di Castelfiorentino, ha avviato la cantierizzazione dell’area.  

L’investimento del Comune di Empoli è di 150.000 euro. La zona dove sarà realizzata è a fianco del vialetto, lato nord, a pochi passi dall’ingresso al parco dal piazzale/parcheggio, nei pressi del laghetto.

La struttura ha una dimensione di circa 48 metri quadrati coperti oltre a circa 60 metri quadrati di superficie all'aperto. Costituirà un punto di collegamento tra il parcheggio e la zona del prato e svolgerà non solo una funzione di ristoro ma di accoglienza al parco principale della città.
Sarà un edificio con un forte legame con il contesto esterno per la scelta dei materiali e della forma architettonica. Si sta parlando di un piccolo fabbricato composto da una parte chiusa, dove saranno sistemati tutti i servizi, e una aperta a disposizione dei fruitori.

«Vogliamo vivere ancora di più il Parco di Serravalle, realizzando per la prima volta un punto ristoro al suo interno – ha detto il vicesindaco Fabio Barsottini, con delega ai lavori pubblici –.  In questi anni abbiamo investito molto per migliorare e rendere il Parco di Serravalle un luogo più bello, più sicuro e più inclusivo: prima con la nuova area gioco e poi con l’illuminazione del percorso pedonale. Adesso arriverà una nuova struttura che consentirà a famiglie e ragazzi di usufruire di nuovi servizi e godere ancora di più del nostro fantastico Parco. Un'area che cercheremo di rendere ancora più tutelata grazie anche al sistema di videosorveglianza che sarà installato nei prossimi mesi».

Le pavimentazioni interna ed esterna saranno in calcestruzzo architettonico, il tutto sarà delimitato in modo da permettere un effetto armonico e di collegamento tra la nuova struttura ed il contorno verde circostante. Il rivestimento in acciaio corten, unito all'effetto di movimento creato dalle pannellature, servirà a rafforzare il legame tra edificio e natura.

Mentre la ditta lavorerà sul posto, il contratto prevede l’ultimazione del manufatto in 5 mesi, quindi ad aprile dovrebbe essere terminato, l’amministrazione comunale lavorerà per preparare l’iter amministrativo per la gestione di questo nuovo spazio pubblico.