Ouverture, il re della chitarra classica omaggia Astor Piazzolla: Luigi Attademo al Chiostro della Collegiata

Uno dei massimi chitarristi del momento, un musicista totale

.

EMPOLI – Si susseguono a ritmi serrati e incalzanti gli appuntamenti con “Ouverture”, il cartellone estivo offerto dal Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni.
Martedì 20, alle 21.15, nell’elegante chiostro della Collegiata, eccezionalmente aperto al pubblico per l’occasione, si esibirà Luigi Attademo, uno dei massimi chitarristi del momento in un personalissimo omaggio alla memoria di Astor Piazzolla, nel centenario della nascita.

Il nome del compositore argentino è fatalmente collegato al Tango, eppure la sua parabola artistica è molto più articolata di quanto appaia a uno sguardo superficiale. Gli incontri che influenzano la vita musicale di Piazzola sono molteplici: da Arthur Rubinstein a Alberto Ginastera, da Nadia Boulanger, a Jorge Luis Borges. La musica di Piazzolla si fonda sull’humus della tradizione musicale rioplatense, ma il suo intento è quello di operare una sintesi tra la musica popolare ed elementi di innovazione e sperimentazione, dando vita a un linguaggio immediato che possa innovare gli stilemi del tango, anche in virtù della sua formazione classica e del contatto con la musica jazz.

Luigi Attademo, chitarrista, ricercatore e didatta, ha completato con Angelo Gilardino la sua formazione, conseguendo nel 1993 il diploma di perfezionamento triennale presso l'Accademia Internazionale "L. Perosi" di Biella, dopo essersi diplomato l'anno prima al Conservatorio di Torino. Nel 2008 ha conseguito anche il Biennio di specializzazione presso il Conservatorio di Trieste. Vincitore di diversi premi nazionali e internazionali, tra cui il Concorso Internazionale d'esecuzione di musica per chitarra del XX secolo a Lagonegro nel 1992 e il Concorso Internazionale "De Bonis" di Cosenza nel 1998, ha raggiunto un prestigioso risultato nel 1995 laureandosi terzo al Concours International d'Exécution Musicale di Ginevra. La sua formazione musicale spazia al di là dell'ambito strumentale: ha studiato infatti composizione con Giovanni Guanti e partecipato a esperienze diverse come il Corso di composizione di musica per film tenuto da Ennio Morricone all'Accademia Chigiana di Siena. Laureato in Filosofia presso l’Università di Torino, ha pubblicato diversi articoli di stampo musicologico ed estetico.

«Siamo molto onorati di accogliere nella nostra città un musicista totale come Luigi Attademo, una di quelle figure la cui esperienza segna un prima e un dopo nell’approccio allo strumento e al repertorio – afferma Lorenzo Ancillotti, direttore artistico del Centro Busoni –. Il programma è molto originale, innovativo, ma di facile fruizione, interamente dedicato ad omaggiare un compositore che della ritmica incalzante e della cantabilità ha fatto le proprie bandiere».

I biglietti, al costo di 10 euro sono acquistabili su Eventbrite, alla libreria Rinascita e da Bonistalli Musica, oppure al botteghino direttamente allestito all’ingresso al concerto.