Manutenzioni nelle scuole: arrivano nuove caldaie per un investimento di 130.000 euro

In tre edifici scolastici saranno sostituite le ‘turche’ nei servizi igienici dedicati ai bambini. Ecco dove saranno svolti tutti gli interventi  

.

Lunedì 16 settembre riaprono le scuole di ogni ordine e grado anche a Empoli.

L’amministrazione comunale si sta già muovendo per intervenire con l’obiettivo di sistemare alcune problematiche emerse all’interno degli edifici negli ultimi mesi dello scorso anno scolastico. Sono previsti alcuni lavori di manutenzione in molti dei plessi presenti in città e nelle frazioni. L’ufficio manutenzione ha in programma fra agosto e settembre interventi per ripristinare alcune situazioni, come richiesto dagli stessi insegnanti e operatori. Si tratta di una consuetudine che ogni estate, prima del ritorno alle attività scolastiche, l’amministrazione comunale porta avanti.

Non solo, nelle prossime settimane, al termine della gara ad evidenza pubblica per l’individuazione del fornitore, che sarà presto pubblicata, è previsto un importante investimento per il rinnovamento degli impianti di riscaldamento.  Saranno spesi circa 130.000 euro per ben sei caldaie nuove di zecca.

Fra i lavori di manutenzione previsti, fra le altre cose, molto attesa da insegnanti e genitori, la sostituzione nei servizi igienici di tre scuole delle ‘turche’ con i wc.

Ma andiamo per ordine.

Circa 35.000 euro saranno investiti nella manutenzione ordinaria in alcune scuole di competenza del Comune.

La sostituzione delle ‘turche’ è già iniziata nelle scuole primarie Baccio da Montelupo e a Pontorme, e nei prossimi giorni la ditta comincerà a lavorare anche alla primaria di Serravalle.

Alla scuola Valgardena sarà effettuato un novo intonaco in alcune aule, al nido Casa dei Canguri si interverrà sulla copertura a causa di piccole infiltrazioni che si sono registrare. Lavori anche al  Centro Trovamici sugli scarichi dell’acqua esterni della corte. Alle scuole dell’infanzia di Ponzano e “Pier della Francesca” sono previste tinteggiature alle aule che ospiteranno il progetto ‘Senza Zaino. Altri lavori di piccola manutenzione sono previsti a Cascine, alla Rodari, a Pagnana, alla Michelangelo e ancora a Serravalle.

 

CALDAIE – Al termine di un’attenta verifica  è stato deciso di acquistare e far installare nuove caldaie in sei scuole: per quanto riguarda quelle dell’infanzia sono Pier della Francesca a Santa Maria; Val Gardena, sempre a Santa Maria, e a Serravalle; per le scuole Primarie sono la ‘Carlo Rovini’ di Cascine; Serravalle e alla scuola di Via Tina Lorenzoni a Ponte a Elsa.

Saranno di fatto sostituite le caldaie più vetuste, quelle installate a fine anni ’70: sono dispositivi che sono stati nel tempo mantenuti e revisionati secondo le nuove normative, ma che hanno necessità di essere sostituiti. Verranno installati impianti a condensazione che presentano notevole risparmio energetico. La spesa dovrebbe aggirarsi intorno ai 130.000 euro, comprensivo del montaggio.

Oltre a questo intervento, alle caldaie delle altre scuole, con l’avvicinarsi dell’autunno, saranno sottoposte a un intervento di manutenzione ordinaria in attesa della riaccensione col calare delle temperature, di solito a novembre, per garantire un corretto funzionamento e prevenire quei piccoli disagi che nei precedenti inverni si sono a volte registrati.