L’Opera in Piazza già pensa al 2019 con ‘La Traviata’. Bilancio positivo per il Luglio Empolese

Dalla musica leggera alla classica, dal jazz ad altri generi nei concerti in programma. L’assessore Eleonora Caponi: “Occasioni di approfondimento culturale”

L’Opera in Piazza già pensa al 2019 con ‘La Traviata’. Bilancio positivo per il Luglio Empolese

EMPOLI – È stata una delle ultime suggestive pagine del Luglio Empolese. L’Opera in Piazza, di fronte a quasi 600 persone che hanno gremito la platea di fronte al sagrato della Collegiata di Sant’Andrea che per una sera è stato il palcoscenico del ‘Barbiere di Siviglia’. Un momento magico per la città di Empoli. Un evento che si ripete da tre anni, prima col Rigoletto e poi con la Tosca lo scorso anno. Un appuntamento che gli organizzatori vogliono già condurre alla quarta edizione: per il 2019 ci sarebbe già la data, come sempre l’ultimo venerdì di luglio, il 26. E c’è anche un titolo: dopo Giacomo Puccini e dopo Gioacchino Rossini, si torna a Giuseppe Verdi con La Traviata.

Un annuncio fatto nella serata stessa di Piazza Farinata degli Uberti punto più alto di un Luglio Empolese che ha visto un programma musicale variegato organizzato dal Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni, a cui si è affiancato il grande Empoli Jazz Summer festival, giunto alla 9a edizione.

Tredici concerti fra musica leggera, il jazz e l’opera.

«Cerchiamo sempre di trasformare le occasioni di intrattenimento nelle serate del Luglio Empolese in momenti di approfondimento culturale fruibili a tutti – ha spiegato l’assessore alla cultura Eleonora Caponi –, il programma di quest’anno spaziava su vari generi, italiani e non, e crediamo di aver soddisfatto i gusti dei nostri cittadini, sempre presenti agli appuntamenti».

Luciano Ferri, presidente del Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni, esprime grande soddisfazione per come la città ha risposto alle iniziative proposte all’interno del Luglio Empolese: «Dalle anteprime di giugno fino all’evento più atteso “Il barbiere di Siviglia”, passando attraverso una varietà di proposte tra le quali si sottolinea la serata del XXIV Luglio in ricordo delle vittime dell’eccidio del 1944, realizzata in collaborazione con Giallo Mare Minimal Teatro e il CAM».

Dall’associazione Empoli Jazz una conferma: «Il nostro Summer Festival è diventato un appuntamento importante al livello regionale e nazionale. Il suo cartellone è ormai atteso da appassionati e non e dalla stampa specializzata. Anche la partecipazione del pubblico è stata ottima. Tra concerti a pagamento e gratuiti abbiamo superato le 1500 persone. Per la prima volta siamo stati a Monterappoli, fuori dal centro storico. La location del Torrione di Santa Brigida si conferma eccezionale».