Incontri negli istituti superiori per creare la prima Consulta degli Studenti di Empoli

Il percorso partecipativo è seguito dal presidente del Consiglio Comunale Alessio Mantellassi: «L'idea è quella di creare uno strumento per avvicinare il Comune agli studenti delle superiori, un luogo di confronto e dialogo»


.

EMPOLI – Sta nascendo la Consulta degli Studenti, prima esperienza assoluta a Empoli.

Per il sindaco Brenda Barnini era uno dei punti del suo programma elettorale. Appena iniziato l’anno scolastico è stato incaricato  dal primo cittadino il presidente del Consiglio Comunale Alessio Mantellassi, con delega alla partecipazione, di avviare un percorso partecipativo all’interno delle scuole superiori cittadine.
Sono stati svolti, nelle ultime settimane, incontri con i rappresentanti di classe degli istituti scolastici di Empoli per condividere l'idea della Consulta e discutere insieme di come costruirla e di quali funzioni affidarle.

Mantellassi ha parlato con rappresentanti di classe di Virgilio, Fermi, Ferraris-Brunelleschi e Pontormo. Altri incontri di approfondimento sono previsti prossimamente.

«Al termine di questo percorso di raccolta di idee e opinioni fra qualche settimana, sarà presentato un testo – spiega Alessio Mantellassi – che terrà conto delle proposte dei ragazzi. L'idea è quella di creare uno strumento per avvicinare il Comune agli studenti delle superiori, un luogo di confronto e dialogo. Quello che mancava era un organismo che mettesse più facilmente in contatto gli studenti con gli amministratori della città. Questa Consulta vorrà essere uno strumento per ampliare il confronto, raccogliere proposte che superino la dimensione del singolo istituto, creare progetti condivisi».