Il Premio Pozzale si rinnova tornando alle origini. Ci sarà anche una giuria popolare

Fra le novità la premiazione spostata da Luglio a Novembre per dare la possibilità a tutti di leggere i tre libri e esprimere una ‘Selezione dei lettori’. Il sindaco Brenda Barnini: «Cambiamento che nasce dalla volontà di riportare il Premio più vicino a tutta la comunità empolese»



.

EMPOLI – Il Premio Letterario Pozzale Luigi Russo cerca di rinnovarsi tornando in qualche modo alle sue origini e proponendo alcune novità significative.

La prima novità riguarda il coinvolgimento dei cittadini con la nascita di una giuria popolare che si affiancherà a quella che da sempre costituisce il fulcro del premio.

Oltre a ciò, la serata della premiazione si svolgerà non più a metà luglio, in uno dei giovedì degli eventi estivi serali, bensì a novembre. Un cambiamento che ha proprio l’obiettivo di coinvolgere maggiormente la città dando modo ai lettori di partecipare ad un ciclo di incontri dedicati ai tre libri vincitori, selezionati dalla giuria di esperti e individuati all'interno della rosa dei libri in concorso.

SINDACO - «Ringrazio il comitato organizzatore per l’impegno che ha messo nei mesi che abbiamo alle spalle nella redazione di una nuova versione dello Statuto del premio. Questo percorso, che ora  passerà all’esame del consiglio, - dichiara il sindaco Brenda Barnini - nasce dalla volontà di riportare il Premio Pozzale ad essere più vicino alla comunità empolese. Sono tante le occasioni in cui i cittadini empolesi dimostrano di essere sensibili e appassionati lettori. È giusto che il nostro prestigioso premio letterario veda pertanto più protagonista la città».  

COMITATO - «Il Premio Pozzale e la città di Empoli hanno una storia lunga 70 anni e 66 edizioni, una storia costellata di innamoramenti, litigi, separazioni e rinnamoramenti. Il Comitato Organizzatore – spiega Matteo Bensi, segretario di questo organismo –  ha la funzione di collante tra il premio e la città e la esercita attraverso formule ogni anno diverse e innovative. Quest'anno il Comitato ha deciso di dare una straordinaria opportunità ai lettori empolesi, che per la prima volta potranno assegnare ad una delle opere vincitrici indicate dalla Giuria la menzione speciale "Selezione dei lettori". Da luglio novembre saranno molte le occasioni di incontro con la cittadinanza e di presentazione dei libri vincitori, abbiamo bisogno della partecipazione di tutti perché il Premio e la città possano davvero festeggiare i loro primi 70 anni insieme. E' una scommessa, che celebra un importante traguardo e che siamo sicuri di vincere. Buon lettura a tutti e viva il Premio Pozzale!».

Dunque la premiazione finale è già stata fissata per sabato 10 novembre.

Intanto la giuria del premio formata da Carla Bagnoli, Roberto Barzanti, Remo Bodei, Laura Desideri, Giuliano Campioni, Giuseppe Faso, Giacomo Magrini,Cristina Nesi, Alessandra Sarchi, Biancamaria Scarcia, Matteo Bensi (Segretario del comitato) si riunirà nei primi giorni di luglio per individuare, tra le opere pubblicate nella produzione italiana dal 16 aprile 2017 al 15 aprile 2018, quelle più significative che traggono linfa dai medesimi valori su cui si è fondato il Premio, nato nel 1948, all'indomani della guerra. Il libero confronto delle idee, il pieno riconoscimento della pluralità delle espressioni culturali, sociali e istituzionali, nel rispetto dello spirito popolare che è stato alla base della nascita del Premio costituiscono elemento essenziale per le opere in concorso segnalate dalla giuria.

Dunque al termine dei lavori emergeranno tre titoli vincitori.

Ad uno dei tre autori segnalati dagli esperti sarà inoltre assegnata, sulla base delle proprie preferenze, una targa di menzione speciale "Selezione dei lettori" .  

Per votare ed entrare a far parte della giuria popolare sarà possibile utilizzare un form sul sito web del Premio Pozzale (www.premiopozzale.it) dove sarà possibile anche inserire, se si desidera, una recensione a partire dal 6 di Luglio.

La scadenza per partecipare è il 31 ottobre 2018.

Anche le scuole potranno essere protagoniste o come gruppo classe o come singoli studenti.

Infine lo Statuto del premio è stato aggiornato dal Comitato organizzatore e quindi nelle prossime settimane sarà avviato l'iter amministrativo con le Commissioni consiliari Cultura e Affari Generali e quindi passerà all’approvazione  di tutto il Consiglio Comunale.