‘Il nuovo Hospice di Empoli’, incontro pubblico al Cenacolo

Venerdì 26 ottobre, alle 16.30, Cenacolo degli Agostiniani. Tra gli altri interverranno: Brenda Barnini, Sindaco di Empoli; Enrico Sostegni, Consigliere Regionale Toscana e Franco Doni, direttore Società della Salute Empolese Valdelsa Valdarno

.

EMPOLI – Una struttura specialistica di ricovero che può accogliere temporaneamente o definitivamente i pazienti che si avvalgono del servizio di cure palliative. Questo è l’Hospice dove il malato può proseguire le cure in un ambiente protetto. Nascerà a Empoli, nella trasformazione dell’attuale Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) di viale Volta.

Il nuovo Hospice ha come finalità la presa in carico del paziente in un ambiente confortevole, dove poter creare un clima simile a quello vissuto nella propria casa con la famiglia, consentendo di proseguire le cure con trattamento assistenziale nelle 24 ore.

Di questo e di molto altro si parlerà nell’incontro pubblico dedicato alla nuova struttura di Empoli: appuntamento venerdì 26 ottobre, alle 16.30, nel Chiostro degli Agostiniani, in Via dei Neri, 15.

Hospice di Empoli è la risposta ai bisogni di tutto il territorio empolese integrandosi nella rete assistenziale per le cure palliative dell’Asl Toscana Centro.

Organizzato da Comune di Empoli, Azienda Asl Centro Toscana, Società della Salute Empolese Valdelsa Valdarno, in collaborazione con le associazioni Avo, Astro e Cittadini per la Salute, il convegno aprirà con i saluti di: Brenda Barnini, sindaco del Comune di Empoli; Enrico Sostegni, consigliere regionale della Toscana; Daniele Mannelli, direttore dipartimento Rete Sanitaria Territoriale Asl Toscana Centro; Franco Doni, direttore Società della Salute Empolese Valdelsa Valdarno; seguiranno gli interventi di Piero Morino, direttore coordinamento Cure palliative Asl Toscana Centro che interverrà sui “Cure palliative e Hospice”; e Sabrina Pientini, direttore Cure palliative e Hospice Empoli-Prato-Pistoia su “L’Hospice di Empoli”.

I TEMPI DELL’HOSPICE - I lavori di trasformazione della struttura di via Volta, termineranno nei primi mesi del 2019 e, una volta collaudata e arredata, il complesso sarà pronto per essere utilizzato in base alla nuova destinazione, avrà 10 posti letto. Nei mesi estivi la RSA è stata regolarmente aperta, ed è stata poi chiusa per permettere l’avvio dei lavori. I Servizi Sociali dell’Asl Toscana Centro hanno incontrato le famiglie degli ospiti della RSA per informarli sul progetto e con esse hanno concordato l’inserimento degli anziani in altre strutture, facilitando il contesto familiare e le abitudini di vita in modo da rendere meno traumatico possibile il passaggio in altro ambiente. Gli spostamenti sono stati effettuati gradualmente tenendo conto delle singole situazioni e dei bisogni assistenziali di ciascun ospite.

Allegato Size
Programma 8.15 MB