A giugno via al cantiere per realizzare la rotatoria di Carraia, a servizio della Circonvallazione Sud

Investimento da 150.000 euro totali. Opera pronta entro il 2020. Il vicesindaco Fabio Barsottini: «Diamo stimolo all’economia locale e miglioriamo la città»

.

EMPOLI – Novità fondamentale per la viabilità cittadina, in particolare per l’area commerciale-industriale di Carraia.
In arrivo una nuova grande rotatoria all’ingresso della strada Circonvallazione Sud, strada recentemente realizzata per connettere più velocemente la parte sud cittadina alla superstrada Firenze-Pisa-Livorno e divenuta uno snodo importante per la città.

In questi giorni l’ufficio tecnico ha provveduto ad aggiudicare in modo definitivo i lavori alla ditta empolese Cav. Pozzolini Lorenzo Srl. L’intervento, progettato da Smart Engineering di Pisa, ha un costo complessivo di 150.000 euro.

La rotatoria è simile a un’8 e consente un’immissione più sicura sia per coloro che arrivano dalla superstrada, da Via dei Cappuccini e da Monteboro, evitando l'attraversamento della zona residenziale di Carraia. Insomma una riorganizzazione per la circolazione nell’area fra Via Carraia, Via Pirandello, Via Vico e la Circonvallazione Sud.

L’inizio dei lavori è previsto nel mese di giugno, si presume che l'opera possa essere conclusa in autunno.

«Ripartiamo con i lavori pubblici per migliorare la città e dare stimolo all’economia locale. Dobbiamo uscire da questo momento di crisi – ha spiegato il vicesindaco Fabio Barsottini – e per farlo occorre avere coraggio e ripartire soprattutto con investimenti pubblici. Dopo i lavori per la Piazza di Pagnana, siamo pronti per partire a giugno anche con la rotonda in Via Pirandello. Diamo il massimo con responsabilità e tanta voglia di ripartire».

PROGETTO - La nuova intersezione si configura come una rotatoria non convenzionale a 5 rami: si tratta di due rotatorie di diametro 30 metri ravvicinate in modo da consentire la realizzazione di un unico anello di rotatoria. In questo modo è possibile ottenere un unico collegamento tra le strade intersecanti. I rami presentano un'unica corsia in ingresso di larghezza 3,5 metri e un'unica in uscita di larghezza 4,5 metri. L'intervento prevede anche la realizzazione del sistema di raccolta delle acque meteoriche e il completamento dell'impianto di illuminazione presente.