Fatto brillare un proiettile di mortaio rinvenuto durante i lavori in biblioteca

L’ordigno era innocuo ed è stato trovato nel materiale di risulta sotto al pavimento del piano terra. Intervenuti gli artificieri dei carabinieri

.

EMPOLI – È stato fatto brillare questa mattina, lunedì 21 gennaio, un ordigno bellico risalente alla 2a Guerra Mondiale, rinvenuto venerdì scorso, durante i lavori di recupero e restauro dell’antico edificio che ospita la biblioteca comunale ‘Renato Fucini’.

Durante l’intervento di scavo al piano terra dello stabile fra Via Leonardo da Vini e Via Cavour, sotto al massetto in cemento, è stato trovato un proiettile di mortaio statunitense, senza spoletta, quindi inoffensivo.

Per questo motivo non c’è stato bisogno di attivare una procedura di sicurezza in quanto il proiettile è innocuo e non sarebbe esploso.

Questa mattina sono intervenuti due uomini degli artificieri dei carabinieri, provenienti da Firenze.

L’ordigno era mischiato al terreno, con altro materiale di risulta utilizzato come riempimento del pavimento della biblioteca.

Stamani gli artificieri, coadiuvati da una pattuglia della stazione carabinieri di Empoli, e con la presenza precauzionale di un’ambulanza, hanno messo in sicurezza la bomba e l’hanno portata nelle campagne empolesi, in un luogo a distanza di sicurezza dalle abitazioni, in un terreno di proprietà comunale.

Qui, con l’ausilio di tecnici comunali, è stato fatto brillare come da procedura, dopo l’interramento a un metro e mezzo di profondità.