‘Empoli Fiorita’, alberi e fiori su aiuole e rotatorie. Il sindaco Brenda Barnini: «Rendere più accogliente la nostra città»

In corso interventi che andranno dal centro cittadino alle aree più periferiche fino alle frazioni. In più si aggiungono le rotatore ‘adottate’ dalle aziende private

.

EMPOLI – Si chiama ‘Empoli Fiorita’ ed è un progetto appena partito che prevede la piantumazione di specie arboree e floreali in più zone di Empoli. Rotatorie, aiuole, vicino ai monumenti, interventi che andranno dal centro cittadino alle aree più periferiche fino alle frazioni. Un po’ ovunque la ditta incaricata lavorerà per rendere più gradevole il verde pubblico.

Gli operatori sono già al lavoro alla grande rotatoria nella zona di Santa Maria che porta allo svincolo Empoli Centro e verso Ponte a Elsa, appena terminato la piantumazione di fiori e alberi, tra cui uno splendido olivo, sarà la volta di tutto Via Boccaccio, lungo i marciapiedi e i parcheggi nella zona ospedaliera. 

SINDACO - «Empoli Fiorita era un obiettivo che ci eravamo dati in questi anni. I fiori – spiega il sindaco Brenda Barnini – sono una componente fondamentale dell'arredo urbano ma soprattutto contribuiscono in modo decisivo a rendere accogliente uno spazio pubblico. Per questo abbiamo deciso di affiancare agli interventi già fatti su Piazza della Vittoria e Piazza Don Minzoni, un'azione generalizzata che va ad accompagnarsi all'impegno dei privati sulle rotatorie». 

OBIETTIVO - L’obbiettivo del progetto, consiste nella sistemazione delle aree con essenze vegetazionali e floreali, e vede inclusa anche la manutenzione per un anno di tutte le aree, al fine di garantirne il corretto attecchimento. Alberelli e fiori sono stati individuati tra le varietà che presentano caratteristiche di miglior adattamento in ambito urbano e di minore esigenza di apporto idrico. 
L’amministrazione comunale vuol offrire alla cittadinanza un ambiente urbano con spazi a verde più curati e colorati con essenze floreali selezionate. Gli interventi previsti prevedono anche l’eventuale realizzazione di impianti di irrigazione e la sistemazioni di superfici a prato. 

DOVE - Ecco dove saranno effettuati: come detto alla rotatoria di Santa Maria, che porta al Centro Commerciale, in Valdarno e Valdelsa oppure alla FI-Pi-Li o alla SR 429; di fronte al cippo di Fontanella, dove recentemente è stata sistemata anche la bandiera nazionale; alla rotatoria del Pozzale, lungo Via Valdorme Nuova; alla rotatoria di Via dei Cappuccini, in ingresso a Carraia e Corniola; nell’aiuola fra Via Sanzio e Via Arnolfo di Cambio; ancora in centro nell’aiuola di Via Antiche Mura, vicino alla scuola Peter Pan e al Torrione di Santa Brigida; alla ciminiera della Vetreria Taddei, monumento di Largo 8 Marzo; tutte le aiuole di Viale Boccaccio, in zona ospedale; le fioriere all’interno del giardino di Pontorme; la rotatoria di Santa Maria su Via Livornese e proseguendo anche a quella di Viale Europa, intersezione con Via Lucchese; infine a Monterappoli, lungo Via Salaiola sul muro di contenimento, di fronte al circolo; davanti alla chiesa di Avane. 

‘ADOZIONI’ - A questi interventi si sono già aggiunte le ‘adozioni’ di rotatorie e spazi verdi da parte di aziende private: l’aiuola di Piazza della Vittoria da parte di Cabel e Sesa, la rotatoria di Via Lucchese grazie a Lapi Gelatine, quella nella zona Empoli Est da parte di Sammontana, e la rotatoria di Via Bisarnella a cura della Moviter, in fase di realizzazione proprio in questi giorni.