‘Empoli 2019’, si chiude il ciclo con Paola Matteucci e gli artisti di ‘scuola empolese’

Sabato 30 marzo alle 17,30 al Museo del Vetro, via Ridolfi, 70. ‘Umanesimo di provincia: lavoro, resistenza, formazione’ è il titolo dell’intervento che prende in considerazione Virgilio Carmignani, Sineo Gemingnani, Mario Maestrelli

.

EMPOLI - Con la conferenza di sabato 30 marzo di Paola Matteucci, si concluderà il ciclo dedicato alle celebrazioni dell’incastellamento di Empoli. Al Museo del Vetro alle 17.30 si parlerà di ‘Umanesimo di provincia: lavoro, resistenza, formazione’, titolo dell’intervento che ci porterà ad analizzare alcuni aspetti dell’arte a Empoli nel 900, sia attraverso gli esempi di quelli che oramai sono a buon titolo riconosciuti come gli artisti della «scuola empolese» - Virgilio Carmignani, Sineo Gemingnani, Mario Maestrelli – sia attraverso le varie mostre, che ritmarono gli anni del dopoguerra e che animarono l’ambiente culturale cittadino.

Un clima vivace, che vide impegnati i privati e la pubblica amministrazione e dette avvio al costituirsi, tra l’altro, del primo nucleo della Galleria d’Arte Moderna e della Resistenza.

A parlare di tutto questo sarà, appunto, Paola Matteucci, esperta in materia e curatrice della mostre dedicate a Sineo e Virgilio, realizzate alcuni anni fa dal Comune di Empoli.