Divieto di usare e vendere contenitori di vetro e lattine in centro storico, nei parchi e non solo dalle 20 alle 7

Ecco tutte le aree dove da sabato 27 giugno fino al 31 agosto vige l’ordinanza

Divieto di usare e vendere contenitori di vetro in centro storico, nei parchi e non solo dalle 20 alle 7

EMPOLI – È stata emessa un’ordinanza che vieta, per motivi di incolumità e sicurezza urbana, la vendita anche su area pubblica e anche per asporto da parte dei somministratori, la somministrazione, l’uso e la detenzione di bevande in contenitori di vetro, ad eccezione del servizio al tavolo per le sole attività di somministrazione di alimenti e bevande.
Per il periodo suindicato e dalle ore 20:00 alle ore 7:00 è possibile la somministrazione di bevande in contenitori e bicchieri di vetro esclusivamente all’interno dei propri locali o con servizio al ta­volo nelle aree in uso.
È consentita la vendita per asporto delle bevande, previa spillatura o mescita solo in bicchieri di carta o plastica. 

Quindi il divieto è riferito:
ai titolari o gestori di attività di somministrazione di alimenti e bevande (ristoranti - bar ecc..), attività artigianali con vendita di beni alimentari di produzione propria e non, attività commerciali settore alimentare, di vendere per asporto bevande in contenitori e bicchieri in vetro e in lattine;
a chiunque di consumare cibi e bevande mantenuti in contenitori di vetro e lattine. 

I titolari o gestori delle attività sono responsabili della corretta applicazione di quanto sopra disposto e dovranno adottare, nei confronti dei propri avventori, le necessarie misure di informazione e di controllo. 

«In questo momento storico, più che mai, è complesso conciliare le esigenze delle attività commerciali duramente colpite dal lockdown e l'interesse alla salute pubblica che ci riguarda tutti. Ad ognuno è richiesto un sacrificio, per cercare una nuova normalità in sicurezza. In queste settimane – spiega l’assessore alla sicurezza Antonio Ponzo Pellegrini – ho ricevuto diverse segnalazioni e osservato diversi comportamenti: molti improntati al rispetto delle regole ed alla serietà, tanti altri purtroppo figli di incoscienza e superficialità. Da un parte la riapertura dei pubblici esercizi, comprese le attività artigianali con asporto, dall'altra la chiusura protratta dei locali di intrattenimento, è causa di flussi di persone che si si ritrovano, alla sera, negli spazi urbani e nel centro storico, dove spesso si assiste a episodi di assembramento sociale. Per questo, come amministrazione, abbiamo deciso di emanare un'ordinanza valida per Empoli, perché riteniamo che sia un problema per la sicurezza sia l'eccessiva concentrazione di persone, sia l’abbandono nelle aree pubbliche di bottiglie o bicchieri di vetro, per i frammenti di vetro che possono causare danni ai cittadini. È necessario tutelare sia le persone che il territorio, ed è necessario farlo in sicurezza. Ritengo che con questo strumento molte storture viste sino ad oggi potranno essere corrette ed aiutare un ritorno alla civile convivenza, nel rispetto di tutti».

L’ordinanza, che entra in vigore già da domanisabato 27 giugno, sarà attiva fino al prossimo 31 agosto, tutti i giorni della settimana dalle 20 alle 7 in tutto il centro storico, nonché nel Parco di Serravalle e al Parco Mariambini e anche in altre strade e aree come per esempio Piazza Guido Guerra, Piazza Matteotti, Piazza Ristori, Piazza Don Minzoni, Via Basilicata e Via Serravalle sempre in zona parco, in Via Curtatone e Montanara, Via dei Cappuccini, Via del Terrafino, Via della Repubblica, Via G. Battista Vico, Via Livornese, Via Piovola, Via Tosco Romagnola, Via XI Febbraio, Viale Bruno Buozzi, Viale Petrarca. 

Per il mancato rispetto del divieto sono previste multe pari a 150 euro. 

Il compito di far osservare l’ordinanza è assegnato alla Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa e alle altre forze dell’ordine. 

Nell’ordinanza, scaricabile da questa pagina del sito (https://www.empoli.gov.it/sites/default/files/2020-06/ordinanza_divieto_alcolici_estate_2020.pdf), sono specificate le aree in cui è disposta.