Dalla Città di Empoli ‘bienvenu’ a tutti gli studenti di Brest ospiti delle famiglie del Fermi

Questa mattina nella sala consiliare del Comune di Empoli. Molte le domande poste all’assessore alla cultura Eleonora Caponi, soprattutto sul conferimento della Medaglia d’Oro al Merito Civile

.

EMPOLI – Partita questa mattina, venerdì 1 febbraio 2019, la nuova stagione di ‘Scambi culturali’ con gli studenti stranieri, provenienti dal Liceo L’Hartloire di Brest, in Bretagna - bellissima e suggestiva regione del nord ovest della Francia - e i ragazzi dell’Istituto Superiore Statale ‘Enrico Fermi-Leonardo Da Vinci’.

Due scuole dove si conseguono contemporaneamente il diploma di stato italiano e di quello francese. Il duplice diploma EsaBac è stato istituito nell’ambito della cooperazione educativa tra l’Italia e la Francia, grazie all'Accordo tra i due Ministeri sottoscritto il 24 febbraio 2009, con il quale la Francia e l’Italia promuovono nel loro sistema scolastico un percorso bilingue triennale del secondo ciclo di istruzione che permette di conseguire simultaneamente il diploma di Esame di Stato e il  Baccalauréat.
Un progetto iniziato nel 2013 a Empoli e che prosegue coinvolgendo molti studenti dell’Empolese-Valdelsa, sia come scambio tra classi con viaggi nei rispettivi paesi di una settimana, sia come scambi individuali tra singoli studenti, per periodi più lunghi.

I ragazzi e le ragazze empolesi restituiranno la visita dal 15 al 22 marzo, andando a Brest, passando prima però da Amboise, tappa obbligata nel cinquecentenario della morte di Leonardo.           

Gli studenti brestois sono arrivati in treno. In questo fine settimana saranno accolti nelle famiglie che hanno preparato anche dei momenti in comune, poi da lunedì a giovedì visite a Pisa, Firenze, Siena e Vinci ma anche attività a scuola con i corrispondenti. 

Accolti da Eleonora Caponi, assessore alla cultura del Comune di Empoli, i ragazzi hanno ascoltato con attenzione ed interesse la descrizione della Città di Empoli, scoprendo il suo patrimonio umano, storico e culturale ed i suoi tesori. Caponi ha parlato di come è strutturata Empoli: i centri storici dei borghi medievali, le frazioni, gli investimenti sulla scuola che sono la priorità di questa amministrazione comunale, il ‘tanto’ verde pubblico pari a 1milione e 600mila metri quadrati. E poi ancora tanto sport, dal calcio alla squadra di basket femminile, un po’ di storia dell’economia empolese e della sua evoluzione dal manifatturiero, ai servizi all’informatica.

L’assessore ha poi raccontato la giornata storica in cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, lo scorso 19 ottobre 2017, ha conferito al Comune di Empoli la Medaglia d'Oro al Merito Civile per l’impegno alla Resistenza. Una onorificenza consegnata dall’ex Ministro dell’Interno, Marco Minniti il 17 gennaio 2018.

Gli studenti hanno posto molte domande all’assessore soprattutto per conoscere il percorso di questo conferimento e le relative motivazioni. 

L’incontro si è concluso con ‘Empoli 2019’, i novecento anni della città e i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci.

Gli studenti poi sono andati a visitare il Museo della Collegiata, il centro storico ed il Museo del Vetro. 

Lunedì 11 febbraio 2019 alle 10 arriveranno i ragazzi e le ragazze tedesche  del ‘Dresden Cotta’ di Dresda, insieme ai compagni italiani del Liceo Linguistico ‘Virgilio’.