Cristina Gelli ad ‘Empoli 2019’, prende in esame l’arte empolese del Cinquecento

Sabato 2 marzo alle 17.30, Museo del Vetro. “L’arte del Cinquecento a Empoli: modelli fiorentini e precetti conciliari”

.

EMPOLI - Le celebrazioni dei 900 anni dall’incastellamento di Empoli proseguiranno sabato 2 marzo 2019, alle 17.30, al Museo del Vetro.
Gli incontri, iniziati lo scorso gennaio, hanno preso in esame l’arte empolese dal Medioevo al Quattrocento e si è ora giunti al Cinquecento, secolo a cui è dedicato l’intervento di Cristina Gelli.
La responsabile dei Beni Culturali del Comune di Empoli traccerà un percorso lungo uno dei momenti forse meno noti della storia dell’arte empolese, cercando di mettere in evidenza la continuità di gusto rispetto alla tradizione fiorentina e la precoce adesione ai precetti sortiti dal Concilio di Trento. “L’arte del Cinquecento a Empoli: modelli fiorentini e precetti conciliari” è il titolo della conferenza.

ULTIMI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA - Sabato 16 marzo 2019 Alessandro Grassi, interverrà su “Empoli nel Seicento. Un osservatorio sulla pittura toscana”; sabato 30 marzo 2019 chiuderà il ciclo Paola Matteucci con “Umanesimo di provincia: Lavoro, Resistenza, Formazione”.