Ciclopista sull’Arno, ecco il sottopasso a Marcignana. Strada provinciale e ponte chiusi a luglio e ad agosto

Ultimo intervento per completare il percorso ciclopedonale di dieci chilometri che corre lungo il fiume. Al via i lavori da lunedì prossimo 6 luglio

PONTE DI MARCIGNANA

EMPOLI –  Si sta per concludere il tratto empolese del percorso ciclo-pedonale lungo il fiume, la cosiddetta ciclopista dell’Arno che, nel territorio del Comune di  Empoli corre dalla frazione di Tinaia, al confine con Montelupo, fino alla frazione di Marcignana, al confine con San Miniato.

 

Dieci chilometri di percorso adatto a bici ma anche a lunghe passeggiate che rientra in quel grande progetto che vede la Regione Toscana impegnata a finanziare un lungo ‘sentiero’ che va dalla sorgente alla foce dell’Arno. I tratti completati sono già molto utilizzati e apprezzati dalla cittadinanza.

 

Per il Comune di Empoli siamo arrivati alla realizzazione dell’ultimo tratto, ovvero quello del sottopasso che interseca la Strada Provinciale 11 e che deve passare sotto al rilevato stradale della provinciale, a fianco del ponte lato Marcignana.

I lavori per questo manufatto in cemento armato prefabbricato dureranno 45 giorni lavorativi, inizieranno dal prossimo lunedì 6 luglio.

Dunque il traffico sulla strada e quindi anche sul ponte della Motta a Marcignana sarà interrotto da lunedì 6 luglio fino al termine dei lavori.

 

L’intervento prevede lo sbancamento della strada nel punto dove sarà installato lo ‘scatolare’ prefabbricato del sottopasso e poi il collegamento ai due tratti del percorso, a est e ovest del ponte.

 

Il manufatto in calcestruzzo armato è lungo circa 9 metri con sezione rettangolare di 3 metri per 2.40 metri. Grazie a questa opera è possibile garantire la continuità del percorso ciclabile della Ciclopista dell’Arno senza interferire con la viabilità esistente.  

 

Dopo lo stop forzato a tutti i cantieri dovuti al periodo di lockdown si è ritenuto opportuno far slittare l’intervento ai mesi di luglio e agosto che presentano una circolazione veicolare minore rispetto ad altri periodo dell’anno e comunque con l’obiettivo di terminare il sottopasso e il ripristino del manto stradale della Provinciale prima dell’inizio del prossimo anno scolastico.