Parco Serravalle, il punto ristoro è quasi pronto. Il bando per la gestione è legato a progetti di inserimento lavorativo

L’investimento è stato di 150.000 euro. Pubblicato sul sito l’avviso

Parco Serravalle, il punto ristoro è quasi pronto. Il bando per la gestione è legato a progetti di inserimento lavorativo

EMPOLI – Ultime settimane di lavoro sul cantiere per la realizzazione del punto ristoro al Parco di Serravalle, l’area verde pubblica più grandi di Empoli e luogo prediletto per il tempo libero di centinaia di empolesi e non solo.
Il parco presenterà dalla prossima estate un moderno ‘chiosco’ che diventerà punto di riferimento per i tanti frequentatori.
L’investimento del Comune di Empoli è stato di 150.000 euro.
È l’ennesimo intervento che l’amministrazione comunale fa negli ultimi anni sul parco urbano di Serravalle: l’ultima miglioria è l’impianto di illuminazione pubblica a led su tutti i vialetti e sul piazzale/parcheggio che a breve sarà implementato anche dalle telecamere di videosorveglianza. 

CHIOSCO - Ad oggi sono state realizzate le opere in cemento armato: la platea e i plinti di fondazione, tutte le predisposizioni dei sottoservizi e le tamponature laterali.
Nelle prossime settimane verranno completate le pannellature e la copertura per poi passare al montaggio dei rivestimenti, infissi e infine tutte le rifiniture.
Insomma ci siamo, l’opera è in fase di ultimazione e quindi il Comune di Empoli ha predisposto un avviso pubblico per concedere in locazione, a uso commerciale, il chiosco. 

AVVISO - L’intento dell’amministrazione comunale è quello di unire la valorizzazione del patrimonio e la messa a reddito dei beni di proprietà comunale a più elevate finalità generali di crescita economica sociale e di maturità civica. Ecco perché si è scelto di legare la locazione ad un progetto di inserimento lavorativo per persone svantaggiate.
L’avviso prevede una locazione della durata di 6 anni, rinnovabili per altri 6, ed è riservato alle cooperative di tipo B e enti del Terzo Settore.
Dal momento che il canone di locazione è predeterminato dal Comune sulla base dei valori di mercato per la zona in oggetto, saranno valutate unicamente le offerte tecniche.
I progetti che giungeranno in risposta all’avviso dovranno dar conto delle azioni che si intendono porre in essere per favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate per la gestione del chiosco-bar ed eventuali proposte migliorative che si prevede di realizzare a proprio carico.
Gli operatori interessati dovranno far pervenire le loro offerte al Protocollo del Comune entro le ore 9.00 del 29 aprile 2021. Tutte le informazioni sono presenti nell’Avviso

AREA - La zona dove è stata realizzata la nuova struttura è a fianco del vialetto di ingresso, a pochi passi dal piazzale/parcheggio, nei pressi del laghetto.
La struttura ha una dimensione di circa 48 metri quadrati coperti oltre a circa 60 metri quadrati di superficie all'aperto, da arredare con tavoli e sedute per la somministrazione di alimenti.
La struttura polivalente svolgerà la funzione di bar, ristoro, servizi igienici e punto informativo all'ingresso del parco. Non ci sarà alcun tipo di barriera architettonica.