Aggressione ai cani, il sindaco Brenda Barnini: «Impegno per riportare sicurezza nella zona del centro»

Sugli episodi vanno avanti gli accertamenti di polizia di stato e polizia municipale che ha attivato anche una pattuglia a piedi antidegrado

.

EMPOLI – Due aggressioni da parte di un pit bull a due cani di piccola taglia, in pieno centro storico, a Empoli, nell’arco di pochi giorni.

Il sindaco Brenda Barnini ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine, polizia del commissariato e polizia municipale, per agire sull’accaduto con la massima attenzione e con tutti gli strumenti disponibili in tema di normative.

I due fatti si sono svolti a distanza di poche decine di metri, sabato 10 novembre e martedì 13 novembre nel tardo pomeriggio. Il primo in Via Ridolfi e il secondo in Via Salvagnoli.

Nelle ultime ore il commissariato di polizia di Empoli  ha raccolto le due denunce dai rispettivi proprietari dei piccoli cani che sono al momento in cura dal medico veterinario per le gravi ferite riportate nelle due aggressioni.

I due fatti sono quasi certamente riconducibili allo stesso animale che è detenuto da un cittadino empolese già identificato. In un caso emergerebbe che il cane era anche senza guinzaglio, e in entrambe le situazioni senza museruola.

La polizia del commissariato, prima di passare la pratica all’autorità giudiziaria, sta svolgendo accertamenti sulla reale proprietà del cane e su come siano andati effettivamente i fatti per stabilirne le responsabilità penali.

In questo senso il sindaco ha chiesto alla polizia municipale di mettere a disposizione le immagini delle telecamere di videosorveglianza, se fossero utili a fare chiarezza sulle responsabilità dell’accaduto.

La stessa polizia del commissariato ha informato l’Asl per valutare l’aggressività e la pericolosità del cane e eventuali provvedimenti da prendere per la custodia dell’animale .

La polizia municipale, una volta ricevuto i verbali del commissariato, prenderà in considerazioni eventuali sanzioni amministrative sulla base del regolamento di polizia urbana, in particolare dell’articolo 14 ‘Detenzione di Cani’. Fra le disposizioni, per tutti i proprietari e conduttori di cani, c’è l’obbligo di portare l’animale, indipendentemente dalla razza e dalla taglia tenendolo sempre al guinzaglio; e di portare con sé una museruola in caso di pericolosità dell’animale.

Intanto proprio da oggi, giovedì 15 novembre, la polizia municipale dell’Unione dei Comuni, in particolare l’unità territoriale di Empoli, ha previsto una pattuglia a piedi con agenti impegnati proprio nel controllo del centro cittadino dedicata a una funzione di antidegrado. La pattuglia si muoverà, compatibilmente con le emergenze, nel pomeriggio, talvolta anche la mattina, almeno 4 volte a settimana.

E in questi giorni sarà presidiata con attenzione proprio la zona dove sono avvenute le aggressioni del cane.

«Ho chiesto massimo impegno alla polizia municipale e al commissariato per identificare e multare il proprietario del cane. Alla polizia municipale poi – spiega il sindaco Brenda Barnini – ho chiesto di rafforzare il servizio in centro. Nell'incontro periodico che faccio con Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri avevo già evidenziato come quel punto di Via Ridolfi necessiti di tornare sotto controllo. Sono molti i commercianti che mi hanno cercato per evidenziare le difficoltà e dopo questi violenti episodi ancora di più chiedo alle forze dell'ordine di darci una mano a riportare sicurezza e rispetto delle regole. Mando un saluto e un abbraccio ai proprietari degli animali rimasti vittime di aggressione e voglio assicurare loro il massimo impegno per punire il colpevole».