Addio al partigiano fiorentino Silvano Sarti ‘Pillo’. Il sindaco Brenda Barnini alla commemorazione in Palazzo Vecchio nel Giorno della Memoria

«Ancora di più tocca a noi andare avanti e difendere libertà e giustizia»

.

EMPOLI – Proprio in occasione del Giorno della Memoria, domenica 27 gennaio, il sindaco di Empoli, Brenda Barnini, parteciperà alla commemorazione pubblica che si terrà alle 9.30 in Palazzo Vecchio per dare l’estremo saluto a Silvano Sarti, fiorentino, da tutti conosciuto come il partigiano Pillo, figura emblematica dell’Anpi fiorentina, scomparso nella scorsa notte a 94 anni. 

«In questi anni ho avuto il privilegio di conoscere Silvano Sarti. Ho avuto la possibilità di ascoltare le sue parole e tutta l’energia di un uomo che, dopo aver partecipato da ragazzo alla Liberazione della sua città, ha speso la sua vita per tramandare alle nuove generazioni la banalità del male e l'odio per l'indifferenza. Adesso – dice il sindaco Brenda Barnini – ancora di più tocca a noi andare avanti e difendere libertà e giustizia. Un altro pezzo della storia della democrazia italiana se ne va, chi resta deve ancora di più raccogliere la sua testimonianza e farsene portavoce». 

Silvano Sarti partecipò alla guerra di Liberazione unendosi nel 1944 alla brigata Sinigaglia. Dopo la guerra fu sindacalista e testimone nelle scuole di quelle battaglie. Nato a Scandicci, è stato presidente provinciale dell’Anpi per più di otto anni e adesso era presidente onorario ANPI Firenze. 

La camera ardente è stata allestita in Sala d’Arme, in Palazzo Vecchio a Firenze.