Acqua potabile dell’acquedotto, ecco l’ordinanza per razionalizzarne il consumo

Fa divieto di uso improprio della risorsa idrica fino al prossimo 30 settembre

.

EMPOLI – È stata emessa dal Comune di Empoli una ordinanza per la razionalizzazione del consumo di acqua potabile che fa divieto di uso improprio della risorsa idrica fino al prossimo 30 settembre.  È vietato utilizzare l’acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali per scopi diversi da quelli igienico-domestici o legati a specifiche esigenze produttive su tutto il territorio comunale.

L’ordinanza invita anche i cittadini ad adottare ogni utile accorgimento finalizzato al risparmio di acqua.

In pratica, per fare qualche esempio, l’ordinanza vieta l'innaffiamento di prati e giardini o il lavaggio della propria autovettura oppure anche il riempimento di piscine o altri bacini, con acqua proveniente da acquedotto.

Chiunque violi il provvedimento può essere sanzionato da 100 a 500 euro. La Polizia Locale ed il personale dipendente del gestore con funzioni di vigilanza sono incaricati del controllo dell’esecuzione della presente ordinanza.

L'ordinanza, richiesta dall’Autorità Idrica Toscana per il periodo estivo, scaturisce dalla necessità di tutelare le riserve idropotabili a disposizione per l’approvvigionamento durante il periodo estivo, particolarmente critico a causa dell’aumento delle temperature, della scarsità delle precipitazioni, dell’aumento dei consumi per attività turistiche e irrigue.