L’ORT diretta da Dmitry Sitkovetsky sulle note di Bach e Cajkovskij, tributo al classicismo mozartiano


ORT diretta da Dmitry Sitkovetsky

CULTURA. Venerdì 9 marzo alle 21, Teatro Shalom, via Ferruccio Busoni, 24, Empoli
L’ORT diretta da Dmitry Sitkovetsky sulle note di Bach e Cajkovskij, tributo al classicismo mozartiano
Violinista di prima classe presenterà un tributo al classicismo mozartiano con la Serenata op. 48 fino a raggiungere le Variazioni Goldberg bachiane

EMPOLI - Violinista di prima classe, Dmitry Sitkovetsky, scalderà il Teatro Shalom di Empoli, venerdì 9 marzo 2018 alle 21, dirigendo l’ORT, Orchestra della Toscana, nell’ambito della stazione concertistica organizzata dal Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni.
Un grande concerto dove presenterà un tributo al classicismo mozartiano con la Serenata op. 48 del compatriota Cajkovskij, per lui pane quotidiano fino a raggiungere le Variazioni Goldberg di Bach.
Appena ventitreenne, nel 1977, Dmitry Sitkovetsky fuggì dall’Unione Sovietica per poter studiare a New York.
Ovvio che il compatriota Cajkovskij sia per lui pane quotidiano: ne presenta la Serenata per archi op.48, tributo al classicismo mozartiano non però attraverso l’effettiva imitazione dello stile, bensì grazie al senso di serenità e disimpegno riversato in ogni pagina di questa composizione datata 1880.
Ma quel che occupa la gran parte del programma del concerto di venerdì 9 marzo, con quasi un’ora di durata, sono le Variazioni Goldberg di Bach: trenta trasformazioni di un’Aria che, secondo la leggenda, sono state concepite per far da ninnananna a un aristocratico insonne. Stranissimo ascoltarle suonate da un’orchestra, dato che sono scritte per clavicembalo (e vengono fatte normalmente anche dai pianisti). Infatti la versione odierna, per archi, è una trascrizione dovuta allo stesso Sitkovetsky, così fortunata da averlo poi spinto a tradurre per orchestra tanti altri autori.

IL GRANDE VIOLINISTA - Il nome di Dmitri Sitkovetsky è divenuto una sorta di sinonimo di trascrizione: a parte le Goldberg, il musicista russo ha elaborato per orchestra una cinquantina di lavori di Haydn, Beethoven, Brahms, Bartók, Cajkovskij, Stravinskij. Ha perfino trascritto i 24 Preludi op. 28di Chopin su commissione del Festival di Verbier. Come direttore, Sitkovetsky ha raggiunto una fama invidiabile grazie al lavoro svolto con l’Ulster Orchestra, l’Orchestra di Stato russa e l’Orquesta Sinfonica de Castilla y Leon. Nel 1990 ha fondato la New European String Orchestra, selezionando i migliori archi dalla maggiori compagini del vecchio continente per particolari progetti e registrazioni. In qualità di direttore ospite, Sitkovetsky è regolarmente invitato da San Francisco Orchestra, Minnesota Orchestra, London e Royal Philarmonic Orchestra, NDR Hannover, Ensemble Orchestral de Paris, Tokyo Metropolitan Orchestra, China Philarmonic e altre orchestre di grande prestigio.

Venerdì 9 marzo 2018, ore 21 – Teatro Shalom
ORCHESTRA DELLA TOSCANA
Dmitri Sitkovetsky, direttore e violino
BACH- SITKOVETSKY Variazioni Goldberg BWV 988 – versione per archi. Aria – Variazioni 1-30 – Aria
P. I. CAJKOVSKIJ (1840-1893) Serenata per archi in do maggiore op. 48. Pezzo in forma di sonatina (Andante non troppo – Allegro moderato). Valzer (Moderato – Tempo di Valzer). Elegia (Larghetto elegiaco). Finale – Tema russo (Andante – Allegro con spirito)

INFORMAZIONI - Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni
csmfb@centrobusoni.org - 0571/711122

PREVENDITE - Libreria Rinascita - Empoli - 0L’ORT diretta da Dmitry Sitkovetsky sulle note di Bach e Cajkovskij, tributo al classicismo mozartiano 571/72746; Bonistalli Musica - Empoli - 0571/74056
Circuito Boxoffice Toscana – 055210804, www.boxofficetoscana.it / info@boxofficetoscana.it online su boxol.it
BIGLIETTI - Intero € 15; ridotto € 12 soci Unicoop Firenze, under 26 e over 65