Il Consiglio unanime per ricordare Romano Nanni con la intitolazione del Parco urbano di Serravalle

In aula anche moglie e figlia maggiore dell’ex amministratore scomparso nel 2014

Per ricordare Romano Nanni intitolazione Parco Serravalle

Con il voto favorevole di tutto il Consiglio Comunale unanimemente è stata approvata una mozione che “impegna il sindaco e la Giunta ad intitolare a Romano Nanni l’area a verde della città nota come Parco di Serravalle”.

È stato l’ultimo punto all’ordine del giorno preso in esame ieri sera, lunedì 19 marzo, in occasione della seduta dell’assemblea municipale. In aula erano presenti anche la moglie di Nanni, Monica Taddei, e la figlia maggiore Alice, col piccolo Marco rimasto a casa. C’erano anche i vecchi amici dell’ex direttore della biblioteca e del museo Leonardiano di Vinci, scomparso nel febbraio 2014 al termine di una grave malattia all’età di 61 anni.

Proprio nella stessa sala del Consiglio Comunale che lo vide assessore e consigliere comunale Nanni e la sua famiglia hanno ricevuto l’omaggio di tutte le forze politiche in essa rappresentate.

La mozione è stata presentatadalle consigliere d'opposizione Dusca Bartoli e Samuela Marconcini del gruppo FabricaComune per la Sinistra che intendevano ricordare la sua figura intitolando alla sua memoria il Parco di Serravalle "l’area verde che ha segnato dagli anni Ottanta non solo l’immagine urbanistica ma, sotto più di un aspetto (culturale, ambientale, sportivo e ricreativo), l’identità cittadina”.

Il sindaco di Empoli Brenda Barnini è intervenuta raccontando la genesi della mozione di FabricaComune e ricordando l’ex amministratore locale e uomo di profonda cultura: «Quando un paio di mesi fa la consigliera Dusca Bartoli mi ha manifestato questa suggestione, che poi in breve si è trasformata in idea concreta, la mia risposta è stata fin da subito convinta. Ci siamo interrogati sul percorso giusto per arrivare a questo obiettivo condiviso e abbiamo pensato che il coinvolgimento di tutto il Consiglio attraverso una mozione fosse la strada giusta, anche per ricordare Romano. Molti dei consiglieri non lo conoscevano, anche io lo ho conosciuto soprattutto attraverso i racconti che direttamente. Una di quelle mancate conoscenze che costituiscono un elemento di sincero dispiacere. Per questo vogliamo e possiamo pensare ad altre occasioni di ricordo per scoprire e capire tutti i contenuti che Romano da politico e da cultore della cultura aveva espresso. Ci piace pensare che nella bellezza a servizio della città di Empoli, che rappresenta il parco di Serravalle, si possa ritrovare il ricordo di lui. Per questo avvieremo l’iter dell’intitolazione».

 

Chi era Romano Nanni. Consigliere comunale di Empoli per il PCI dal 1975 al 1995, Assessore alla Cultura fino al 1980 e poi all’Urbanistica dal 1980 al 1990. Presidente dell’Associazione Intercomunale dal 1980 al 1990. Fu segretario dell’Unione Comunale del PCI-PDS di Empoli dal 1990 al 1995 e contribuì alla nascita della Federazione Empolese-Valdelsa del PDS nel 1991.

La stessa passione e la stessa intelligenza Romano le ha esercitate come direttore della Biblioteca e del Museo Leonardiano di Vinci, affermandosi come autorevole studioso di Leonardo, dell’Umanesimo e del Rinascimento italiano.