In Austria dagli amici di Sankt Georgen per confrontarsi sul valore della Memoria

Un 25 e particolare per due istituti empolesi.
Imparare dalla storia e progettare insieme il futuro: 39 della scuola secondaria di 1° Busoni-Vanghetti e 14 studenti de ‘Il Pontormo’

In Austria dagli amici di Sankt Georgen per confrontarsi sul valore della Memoria

EMPOLI – Un 25 aprile particolare per alcuni studenti della scuola secondaria di 1° grado Busoni-Vanghetti e del liceo ‘Pontormo’.

Stanno trascorrendo questi giorni nella cittadina austriaca gemellata da ormai oltre 20 anni con Empoli, Sankt Georgen an der Gusen.  

È il proseguimento di un rapporto che ormai si rinnova ogni anno, ma che in questo 2017-2018 ha avuto un ulteriore salto di qualità grazie al ventesimo anniversario del rapporto di amicizia sancito dai due Comuni e oggi rafforzato anche da uno scambio di esperienze e culturale nell’ambito del primo meeting transnazionale del progetto “Learning from history…planning the future together” – “Imparare dalla storia…progettare il futuro insieme”. Si tratta di un’iniziativa finanziata dal programma europeo ERASMUS+ Partenariati Strategici, priorità Inclusione sociale.

Il primo viaggio fu fatto a novembre da una delegazione empolese, poi a marzo, in occasione dell’anniversario della deportazione dei lavoratori empolesi della Vetreria Taddei nei campi di sterminio nazifascisti il sindaco di Sankt Georgen è arrivato a Empoli insieme anche ad altri rappresentanti di un’altra cittadina spagnola che partecipa al progetto europeo.

Adesso tocca agli studenti. Domenica 22 aprile sono partiti

trentanove alunni delle classi terze della ‘media’, accompagnati dalle insegnanti Baroni, Cortini e Ziegler e quattordici studenti del liceo scientifico, di tutti gli indirizzi, accompagnati dalla professoressa Beatrice De Vela. Torneranno venerdì 27 aprile, nel frattempo faranno attività con i ragazzi dell'Istituto Comprensivo di Sankt Georgen, mentre gli studenti del liceo faranno attività con i ragazzi dell'Istituto Cendrassos della Catalogna che è partner del progetto. L’obiettivo di questa esperienza è lo scambio di buone pratiche fra alunni ed insegnanti sulla didattica della Storia e della Memoria.

maggio arriveranno  gli studenti austriaci ospitati nelle famiglie empolesi.