Roberto Francalanci presenta i suoi libri a 'Empoli che scrive'

Empoli che scrive

.

Orario: 21

Roberto Francalanci presenta i suoi due libri “Spunti di vista” e “Poesie e pensieri di un tuttologo" a “Empoli che scrive”, la rassegna di incontri con autori empolesi, di nascita o di adozione, autori che hanno scritto di Empoli o pubblicati da case editrici empolesi, promossa dalla biblioteca comunale ‘Renato Fucini’.

La prima è una raccolta di brevi racconti che presentano uno stile caratterizzato da minimalismo e che indugia a ricreare quell’atmosfera quotidiana, ordinaria e al tempo stesso rarefatta, tanto cara a Carver. La narrazione si dipana in modo nitido, con riferimento a scorci, ritratti di personaggi, particolari naturalistici.
Le vicende narrate parlano di abusi e privazioni, ma non traspare mai un intento moralistico, anzi le storie si lasciano leggere con facilità e non manca l’ironia. 

Il secondo libro, invece, è una raccolta di poesie, che colpisce per la varietà delle tematiche trattate dall’autore. Roberto Francalanci riesce a sviluppare ed innervare di poesia percorsi esistenziali che prendono il via dalle occasioni del viver quotidiano, ma non vuole rinunciare all’urgenza e all’immediatezza di fermarsi ad indagare sui grandi temi universali ed interrogarsi con tutto la sua anima ed il suo sentimento di uomo e di poeta sul mistero infinito dell’esistenza, della morte, della solitudine come dell’amicizia, dell’amore alternati a momenti di più intenso e felice lirismo dove la sua parola fiorisce.
Modera l’incontro il poeta Massimiliano Bardotti.


Roberto Francalanci nasce nel 1959 a Castelfiorentino, dove tuttora risiede. Studi di Ragioneria terminati nel 1978 e lavoro in una azienda di mobili fino al luglio 2015. 
Tante passioni, ci vorrebbe libri per elencarle: una di queste è la scrittura.
Ha frequentato molti corsi di scrittura creativa da cui sono nate due raccolte di racconti e una raccolta di poesia.
 

Argomenti: